VEGETALI IGNOTI

(progetto ideato e sviluppato da Luca Scarabelli e Riccardo Paracchini) 

 

Vegetali Ignoti è stato un progetto artistico attivo dal 1994 al 2009 che ha abbracciato metaforicamente, in un curioso contenitore di sperimentazioni sospese tra arte e non arte, i suoi fondatori e tutte le persone che di volta in volta hanno partecipato ai numerosi progetti. Non si tratta tuttavia solo di un'auto-biografia, pur raccogliendo documenti e testimonianze sull'attività "vegetale".

Tra il 1998 e il 2007 l'attività di Vegetali ignoti ha previsto la realizzazione della pagina di critica d'arte sui generis... "CASI UMANI" sulle pagine della rivista d'arte contemporanea Juliet (dal numero 87 al numero 135). La rivista ha inoltre ospitato altri interventi di Vegetali Ignoti dedicati alla Biennale di Venezia e interviste varie.

Nel 2010 è stato pubblicato un libro per Postmediabook in cui si racconta attraverso gli occhi disincantati di protagonisti, amici e collaboratori,  una visione alternativa-ironica-malinconica dell'arte contemporanea tra la fine del Novecento e all'inizio di chissà cosa.

Vegetali Ignoti non è mai stato un gruppo.

 

Dal 1995 al 2001 è stato pubblicato il quaderno di Vegetali Ignoti, con testi critici, interventi realizzati appositamente da artisti e documenti vari. Ad ogni numero corrispondeva anche la produzione di un gadget o di un multiplo d'artista. 

 

Di seguito l'enumerazione in dettaglio dei contenuti di ciascuno numero dei quaderni.

 

1 (il numero nero). Primavera 1995.

L’ape ronza (editoriale).

Nicola De Maria, di Riccardo Paracchini.

Elisabeth Hölzl (intervento).

Luca Scarabelli (intervento).

Mark Dion, di Luca Belli.

Liliana Moro (intervento).

Carlo Buzzi (intervento).

Echoes, di Francesco Tedeschi.

Ideologie e sogni, di Elena Di Raddo.

Eric Poitevin (documento).

Patrick Faigenbaum (documento).

Margherita Mantelli (intervento).

Pierluigi Fresia (intervento).

Il numero è dedicato a Weronika e Véronique.

In allegato una foglia, vera.

 

2 (Il numero rosso). Autunno 1995.

Ufficio Vegetali Ignoti (documento).

Christian Boltanski, di Ariella Giulivi.

Massimo Bartolini (intervento).

Fadhil El Ukrufi (intervento).

Nicola Pellegrini, di Luca Scarabelli.

Gary Hill (documento).

Filippo Falaguasta (intervento).

Technocrat (documento).

Nazzareno Guglielmi, (intervento).

Bruce Chatwin, di Francesco Tedeschi.

Alessandro Traina (intervento).

Riccardo Paracchini (intervento).

Il numero è dedicato a Giulia Boschi e ad Emmanuelle Béart.

 

3 (il numero grigio). Inverno 1995/1996.

Norme generali sulla coltivazione (editoriale).

Emil Lukas, di Luca Scarabelli.

Manuela Cirino (intervento).

Andrea Busto (intervento).

Giannetto Bravi, di Stefania Barile.

Pierluigi Fresia (intervento).

Francesco Arena (intervento).

Archivio dei critici.

Matthew Barney (documento).

Bernd Vossmerbäumer, di Riccardo Paracchini.

La seconda patria, di Francesco Tedeschi.

Come e perché.

Gianfranco Gorgoni (documento).

Laura Ruggeri (intervento).

Il numero è dedicato a Pippi Langstrumpf e alle tette di Anna Falchi.

In allegato un’opera-multiplo di Francesco Arena.

 

4 ( il numero delle fototessere). Primavera Estate 1996.

Is this realness or not, di Luca Scarabelli e Fattori Testori.

Botto & Bruno (intervento).

Erwin Wurm (intervento).

Shirin Neshat, di Riccardo Paracchini.

Silvio Wolf (intervento).

Andrea Crociani (intervento).

Appunti di sosta, di Maurizio Medaglia.

Johannes Dario Molinari (intervento).

ACE (intervento).

Testo critico, di Giancarlo Norese.

Il numero è dedicato agli amici e agli amici degli amici degli amici.

In allegato un Talento di ACE.

 

5 (il numero di Stanlio e Ollio & C.). Autunno Inverno 1996.

Cosare le cose (documentazione).

Winnie Puh, Luca, Riccardo e Carlo alle mostre, di Luca Scarabelli.

Angelo Barone (intervento).

Cecilia Guastaroba, di Mauro Ragazzi.

Giulia Caira (intervento).

Pierpalo Coro (intervento).

Campagna contro le mine anti-persona (documento).

Damien Hirst (documento).

Carlo Dell’Acqua (intervento).

Prozac+ (documento).

Alain Bublex, di Giancarlo Norese.

Maurizio Donzelli (intervento).

Sosia Siti, di Mano DeLicia.

Malattia e vitalità dell’arte contemporanea, di Francesco Tedeschi.

La parte offesa è al fresco, di Mario Bottinelli Montandon.

Max Ernst (documento).

Senza titolo, di Riccardo Paracchini.

Il numero è dedicato a Laura Pausino.

In allegato una scatoletta-televisione di Massimo Maria Peron.

 

6 ( il numero della bistecca). Primavera Estate 1997.

Qui (slogan).

Il nulla e la Banda Bassotti, di Luca Scarabelli.

Mala Arti Visive (intervento).

Sarah Moon, di Riccardo Paracchini.

Marisa Casellina Bernasconi (intervento).

Repollage, di Maurizio Medaglia.

Elisa Vladilo (intervento).

Achille Bonito Oliva (intervento).

Dialogo sui piccoli, di Ferdinando Greco e Federico Simonelli.

Ricercato (documento).

Il numero è dedicato alla piccola Valentina e all’Olandesina Volante.

In allegato la pubblicità spicciola e decadente del Dott. Emily Joe.

Il numero contiene un inserto a cura di Via Clusone.

 

7 (il numero del morto o il numero del Buzzi). Inverno 1997.

Carlo Buzzi (documento).

Editoriale, di Riccardo Paracchini.

Pubblica Affissione (documento).

Carlo Buzzi (intervento).

Per presa visione (documento).

The Bee Buzzes, di Luca Scarabelli.

Rotor Pubblicitario (documento).

Una testa e il suo doppio, di Maurizio Medaglia.

Pubblica affissione (documento).

Buzzi di qua, Buzzi di là (poliptoto), di Violetta Galaverna.

Pubblica affissione (documento).

Il numero è dedicato a Silvana Mangano e alla Marchesa Colombi.

 

8 (il numero della matita). Autunno Inverno 1997.

Fammi sapere, di Luca Scarabelli.

Maria Stockner (intervento).

Conversation with Eye Yamataka, di Hans Ulrich Obrist.

Zoe Leonard (documento).

Non chiamatela arte, di Maurizio Medaglia.

I santini del prete (intervento)..

Mauro Mafesòon, di Mauro Maffezzoni.

Luigi Billi (intervento).

Pietro Vischi (intervento).

! premio Fontana di Trevi (bando di concorso).

Gianantonio Abate (intervento).

Günter Förg, di Luca Scarabelli.

Rita Canarezza (intervento).

Pipilotti Rist, di Riccardo Paracchini.

I love you, di Elisabeth Hölzl.

Il numero è dedicato a Teresa, Agnes, Marie Francoise Therese Martin di Lisieux.

 

9 (il numero del premio della fontana di trevi). Primavera Estate 1998.

Editoriale (documento).

Pittura del ripensamento, di Maurizio Medaglia.

Gabriele Jardini (intervento).

David Hammons (documento).

Ottonella Mocellin (intervento).

Ironia e serietà dell’atto artistico, di Francesco Tedeschi.

Alberta Pellacani (intervento).

Corrado Bonomi (intervento).

Il titolo (un articolo “anche” su Christiane Lhör), di Riccardo Paracchini.

Margaretha Zelle, di Luca Scarabelli.

Francesca Petrolo (intervento).

Ulrike Bergfeld, Perdine Frenk, Uwe Schwarzer (intervento).

Premi e tornei, truffe e tornei, di Antonio D’Avossa.

Giancarlo Norese e Mauro Maffezzoni (intervento).

Il numero è dedicato a Heidi e a Moana.

In allegato un cono d’ombra di Corrado Bonomi.

 

10 (il numero del Titano). Estate Autunno Inverno 1998.

Cesio 137 (editoriale).

Barbara Fässler (intervento).

La storia dell’arte più pazza del mondo, di Giancarlo Norese.

Ping Pong, di Francesca Alessandrini e Eva Marisaldi.

Cesare Pietroiusti (intervento).

Marianne Heier (intervento).

Tra mille e più mostre, di Angela Madesani.

Titanic, di Luca Scarabelli.

Bruno Muzzolini (intervento).

No Escare, the work of Barbara Mühlefluh, di Daniel Kuriakovic.

Name Diffusion (intervento).

Interzone (intervento).

15 Sett. R.C., di Riccardo Paracchini.

Valentina’s moustache.

Alex Pinna (intervento).

Il numero è dedicato a Donna Felicissima e Genny e Cristina.

In allegato una cartolina di Rita Vitali Rosati.

 

11-12 (il numero di Spazio 1999).  Primavera Estate Autunno Inverno 1999.

Rudolf Lehnert (documento).

Maria De Medici, di Riccardo Paracchini.

Maggie Cardelùs (intervento).

Giannetto Bravi (intervento).

Del Concettuale, di Gianni Caravaggio.

Paola Sabatti Bassini (intervento).

Pietro Roccasalva (intervento).

Meghan Boody (intervento).

S-Sangue?, di Roberto Limonta.

Ferdinando Frères (intervento).

Sara Serighelli (intervento).

Erwin Wurm, di Luca Scarabelli.

Sam Taylor-Wood (documento).

Il numero è dedicato a Francesca non è Francesca, a Michelle e anche a Marinella.

In allegato uno specchio di Paola Sabatti Bassini.

 

100 (il numero del Cingolani o dei miei migliori amici). Primavera Estate 2001.

La vera cucina italiana, 1934. (editoriale).

Silvia Saint, di Riccardo Paracchini.

Silvia Saint, di Luca Scarabelli e Margaretha Zelle.

Giovanni Ferrario (intervento).

Sandrine Nicoletta (intervento).

Luca Scarabelli (intervento).

Dove sono finite le opere d’arte?, di Elena Di Raddo.

Anne Lhéritier (intervento).

Riccardo Paracchini (intervento).

Dynamic Memory, Iannis Xenakis intervistato da Hans Ulrich Obrist.

Francesco Gennari (intervento).

Per la plastica bisogna usare il dentifricio, di Alberto Biasi.

Hope Ginsburg (intervento).

Monica Vitti intervistata da Maria Grazia Recanati.

Luca Pancrazzi (intervento).

Jenny Perlin (intervento).

Seedsavers, di Alberto Olivucci.

Il cielo 0001 0100, di Aldo Nove.

Il giorno dopo, di Maria Grazia Torri.

Pippi Calzelunghe.

La necessità di dimenticare, di Raffaele Gavarro.

Johannes Dario Molinari (intervento).

Carleto e Cesso, di Roberto Vidali.

Lorenzo Scotto di Luzio, (intervento).

I miei migliori amici, di Elisabetta Bucciarelli.

Elisabeth Hölzl (intervento).

Sara Serighelli (intervento).

I santini del prete (intervento).

Popular jam di Alessandro Romanini.

Amedeo Martegani (intervento).

Riccardo Paracchini  (intervento).

Werner Gasser (intervento).

Jeff Buckley, di Giancarlo Susanna.

Johanna Grawunder, Post Design (documento).

Andy Collins (documento).

Michel Houellebecq, intervista di Michele Trecca.

Massimo Kaufmann (intervento).

Elisa Gallenca (intervento).

Conversazione e-mail a cura di Vegetali Ignoti.

Cinelli Bootleg (documento).

Maurizio Vetrugno (intervento).

Pablo Echaurren (intervento).

Alice Sturiale (documento).

John Pilson (intervento).

Cecilia Galiena (intervento).

Marco Cingolani: una conversazione con Luca Beatrice. Catalogo mostra Galleria In Arco, Torino.

Quid Tum, di Luigi De Corato.

Andrea Salvino (intervento).

Erwin Wurm (documento).

Neotenia dell’arte, di Raffaella Iannella.

Enrico T. De Paris (intervento).

Isca Greenfield-Sanders (documento).

Carlo Buzzi (intervento).

Gabriele Picco (intervento).

Carmen Consoli, di Alessandra Gagliena Candela.

Alessandro Riva (intervento).

Gabriele Jardini (intervento).

Domenica delle Palme, di Guido Curto.

Luca Scarabelli (intervento).

Marisa Casellini (intervento).

Aldo Cibic (documento).

Matteo Guarnaccia (documento).

Carlo Benvenuto (intervento).

Giancarlo Norese e Cesare Pietroiusti (intervento).

L’ultima cena di Vegetali Ignoti (documento).

Antonino Iuorio (intervento).

Chris Hammerlein (documento).

Pietro Roccasalva (intervento).

Il numero è dedicato a Clara e Julie, Alice e Flavia.

 

 

Mostre e altro a cura di Vegetali Ignoti

 

1994

“Giovani umani in fuga” progetto mostra, ex cooperativa, Montano Lucino (CO).

 

1995

“Terra di nessuno” Situsarte, Lugano. 

“Giovani umani in fuga - ai confini del Museo”, progetto mostra, Magnifico Borgo di Mendrisio. 

“Ufficio Vegetali Ignoti” Galleria Marian Mayer, Milano.

 

1996 

“Le cose che devono vedersi” progetto mostra, spazi urbani di Cadegliano-Viconago (VA). 

“Cosare le cose” La collezione di Vegetali Ignoti, Veragouth, Lugano.

“Archivio dei critici” Archivio dati.

“I giochi del senso e/o non–senso” intervento al progetto di Cesare Pietroiusti, Quadriennale di Roma.

“Patafisica…opere e azioni”, presentazione, Castiglione Olona (VA).

“Interplace excess” presentazione nel progetto “Interplace access” di Giancarlo Norese, Viafarini, Milano. 

 

1997

“Verso il giubileo” presentazione e conferenza, Associazione Artistica Legnanese, Legnano.

“Arte in transito veloce” presentazione, Palazzo della Triennale, Milano.

“Pimperepetenusa Pimperepetepam” progetto mostra, Liceo Artistico, Varese.

“Guerra” presentazione, Centro Arte Lupier, Gardone Valtrompia, (BS).

“Amici miei (forse viene anche Tarzan)” progetto mostra, Laboratorio quadri & pittura Bravi, Saronno.

 

1998

“Vegetali Ignoti” presentazione, a+m Bookstore, Milano.

“Qui, là, ovunque, coram populo” progetto mostra, spazi urbani di Cadegliano-Viconago (VA). 

“Catapulta: In missione segreta per Vegetali Ignoti” progetto mostra, ex Chiesetta di S. Anna, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, San Marino.

 

1999

“Pseudomonas” progetto mostra, Aron Arte Contemporanea, Gallarate.

“Chi se la guarda, chi se la suona” presentazione in Oreste alla Biennale, Padiglione Italiano, XLVIII Biennale di Venezia. 

“Beni all’asta” Microbo Erotico Project Room, Milano.

 

2000

Pippi Calzelunghe e altre storie, intervista pubblicata su Galleria, n. 12, Febbraio

 

2004

“From the pages of my diary” Casaluce-Geiger Project, Wien.

 

2005

"Container art" Varese.

 

2018

"Vegetali Ignoti and friends", Moor, Milano

 

Nel 2009 in occasione della chiusura del progetto, Vegetali Ignoti organizza presso la Galleria milanese Ciocca "La Cosa", l'ultimo evento, una "grande pesca dell'arte contemporanea" e una festa "mesta" in cui annuncia pubblicamente l'addio alle attività.